“Per aspera ad astra. Grazie Luigi per come hai gestito la situazione, per quello che hai fatto per il M5S e per quello che continuerai a fare. In alto i cuori!”. Lo scrive Beppe Grillo in un tweet dedicato alle dimissioni di Luigi Di Maio.

A un giorno di distanza dalla decisione presa dell’ormai ex capo politico di M5S anche il garante e fondatore del Movimento invia un messaggio pubblico a Di Maio.

Di Maio tuttavia non lascia il Movimento 5 Stelle. Ne lascia la guida, ma è intenzionato a seguire le sorti del movimento fino alla fine. O meglio del partito, se è vero che gli Stati generali di marzo apriranno una nuova fase istituzionale di una forza politica che in dieci anni è entrata senza bussare nel palazzo e ne è diventata una colonna portante, sia pure scossa di continuo dalle crisi esterne e soprattutto interne protagoniste della stagione di governo (continua a leggere).

Il percorso dell’attuale ministro degli Esteri arriva dalle origini di M5S. Eccole ripercorse nella gallery di Formiche.net.

(Foto: Imagoeconomica)

Condividi tramite