Sandro Bondi e Manuela Repetti vanno con Verdini (e Renzi)

Sandro Bondi e la sua compagna Manuela Repetti hanno deciso di aderire al gruppo guidato da Denis Verini, Ala, sostenitore delle riforme del governo Renzi. Bondi, già ministro dei Beni culturali nel governo Berlusconi, nel marzo 2015 aveva aderito al Gruppo misto per votare la fiducia a Renzi uscendo così da Forza Italia e lasciando il posto di amministratore del partito a Mariarosaria Rossi, carica che Rossi continua a ricoprire.

Repetti, che convive con Bondi dal 2008, anno nel quale entrò in parlamento tra le fila del Pdl, ha annunciato la definitiva virata verso il centrosinistra, sua e di Bondi, con un discorso al Senato: “Ho deciso insieme al mio compagno Sandro Bondi di aderire al gruppo Ala. Questa decisione rappresenta una logica e naturale conseguenza del nostro sostegno da tempo intrapreso per le riforme costituzionali e l’azione di rinnovamento perseguito dal governo di Matteo Renzi. Sono convinta oggi più che mai che per chi, come me, aveva aderito ad un progetto liberale, laico e riformista non vi sia alternativa”.

Bondi si era reso famoso anche per essere un “politico poeta”: “Vita assaporata, vita preceduta, vita inseguita, vita amata, vita vitale, vita ritrovata, vita splendente, vita disvelata, vita nova”, questa una poesia scritta a Silvio Berlusconi.

(Foto: Umberto Pizzi e Imagoeconomica) 

Condividi tramite

Guarda le altre gallery fotografiche