Ripensare l’economia è possibile, molto più probabilmente un obbligo nell’anno della grande pandemia che ha stravolto gli equilibri globali. Non è certo una sfida facile ma vale la pena tentare, se non altro per non lasciare ai posteri solo e soltanto macerie e disuguaglianze sociali. Un primo vero ragionamento in questa direzione è arrivato dal confronto tra esponenti del mondo industriale e religioso, in occasione del convegno Laudata Economia, organizzato e promosso da Formiche presso il Palazzo Santa Chiara di Roma.

Durante l’evento, rappresentanti delle imprese ed esponenti del mondo cattolico si sono confrontati nel dibattito, moderato da Monica Mondo, dal titolo Etica ed economia, quale connubio al tempo del Covid-19. Tra questi, Filippo Santoro, Arcivescovo di Taranto e Presidente della Commissione episcopale per i problemi sociali e il lavoro, la giustizia e la pace della Conferenza Episcopale Italiana, Padre Stefano Del Bove, Docente della Facoltà di Scienze Sociali dell’Università Gregoriana, Cristina Maldifassi, Segretario generale Ucid Nazionale, l’unione dei dirigenti cristiani, Luca Ruini, Presidente Conai e Massimo Bruno, Responsabile Affari Istituzionali di Enel Italia (continua a leggere).

(c) Umberto Pizzi – Riproduzione riservata

LE GALLERU DELL’EVENTO

Le foto di Luigi Di Maio e Antonio Spadaro a Laudata Economia (QUI LA GALLERY)

Tutti i sorrisi di Mons. Vincenzo Paglia a Laudata Economia (QUI TUTTE LE FOTO)

 

Condividi tramite