Chi c’era con tre chef stellati alle Fonderie Napoleoniche di Milano. Le foto

 

Tre chef stellati. Una platea di giornalisti, imprenditori e professionisti. Tutti uniti per una nobile causa: la cena di raccolta fondi della Fondazione Mantovani Castorina alle Fonderie Napoleoniche di Milano.

La Fondazione costituita nel 2007 da un’alleanza tra medici e professionisti del Dama (Disabled Advanced Medical Assistance) reparto d’eccellenza dell’Ospedale San Paolo di Milano, dedicato alla cura e all’accoglienza medica ospedaliera di persone con grave disabilità intellettiva e neuromotoria, e un gruppo di famiglie che vivono la disabilità, ripropone il proprio impegno a sostegno del progetto “Dopo di Noi, durante Noi”, un disegno di ricerca pensato per piantare le radici nel presente per un futuro che volga verso l’indipendenza e la definizione di un proprio stile di vita autonomo durante e dopo la separazione dai propri cari.

Il progetto Dama nel 2020 ha addirittura ricevuto l’Ambrogino d’oro, la più ambita onorificenza milanese. La ministra per le Disabilità Alessandra Locatelli ha potuto toccare con mano le attività della Fondazione, attraverso la cena a cui hanno partecipato giornalisti come il direttore della Verità Maurizio Belpietro, il direttore del Sole 24Ore Fabio Tamburini, il direttore de ilfattoquotidiano.it Peter Gomez, i giornalisti Andrea Indini, Francesco Vecchi e Alessandro Milan e le esperte del food Eleonora Cozzella e Francesca Romana Barberini.

E ancora: il presidente del MAXXI di Roma Alessandro Giuli, il designer 6 volte vincitore del Compasso d’oro Alberto Meda, Simona Giorgetti del cda di Mapei, il co-founder e co-Ceo di Planet Farms Luca Travaglini, il direttore del Progetto Dama Filippo Ghelma, e i vertici della Fondazione Mantovani Castorina Stefano Mantovani, Barbara Castorina e il direttore Simone Fanti.

Tutti deliziati dai piatti degli Chef Antonio Guida (2 stelle Michelin), Cristina Bowerman (1 stella Michelin) e Viviana Guida (1 stella Michelin), che si sono generosamente prestati alla Fondazione.

Condividi tramite

Guarda le altre gallery fotografiche