Anno 2088. In una città immaginaria, l’innovazione tecnologica si è così evoluta al punto da mutare la vita, le abitudini e le interazioni sociali dei suoi cittadini. Finché le meraviglie della rivoluzione digitale hanno cominciato a far emergere anche i primi rischi. È questa l’ambientazione di Cybercity Chronicles, nuovo videogioco di “edutainment” promosso dal Dipartimento delle informazioni per la sicurezza (Dis), in collaborazione con il ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca con l’obiettivo di “sensibilizzare gli studenti italiani – ma anche i professori e le famiglie – all’uso positivo, corretto e consapevole di Internet, dei social media e delle nuove tecnologie”.

Il videogame, rivolto in particolar modo agli studenti delle scuole secondarie di primo grado, è stato lanciato oggi non a caso presso una scuola di Roma, l’Istituto Comprensivo Regina Margherita, alla presenza del dirigente scolastico Pasqualina Mirarchi, dei vertici dell’intelligence italiana – a cominciare dal direttore del Dis Gennaro Vecchione -, del presidente del Consiglio Giuseppe Conte, della direttrice per l’Intelligenza artificiale e l’industria digitale della Commissione europea Lucilla Sioli, del capo di Gabinetto del Miur Giuseppe Chiné e del Presidente dell’Associazione editori sviluppatori videogiochi italiani, Marco Saletta.

L’ideazione di questa app per smartphone e tablet, già scaricabile, nasce nell’ambito della campagna “Be Aware. Be Digital” della Sicurezza Nazionale. Si tratta di una action adventure in stile “cyber-classic”, dal momento che la narrativa del videogioco riprende il mito di Teseo e Arianna, riadattato in un’ambientazione cyberpunk.

Continua a leggere qui l’articolo di Chiara Masi

(Foto: Imagoeconomica-riproduzione riservata)

Condividi tramite