Pizzi ricorda Francesco Alberoni. Tutte le foto

Francesco Alberoni, sociologo, giornalista e scrittore, è morto la sera del 14 agosto all’età di 93 anni, a Milano. Alberoni era ricoverato al Policlinico da alcuni giorni per una complicazione sopraggiunta durante una terapia per problemi renali, e lì si è spento, come ha fatto sapere la famiglia.

“Sono profondamente rattristata per la scomparsa di Francesco Alberoni, scrittore e figura fondamentale per le scienze sociali in Italia. La sua curiosità e la sua infinita dedizione mancherà a me e a tutta l’Italia. In questo momento di dolore mi stringo fortemente ai suoi cari. Grazie professore!”, ha scritto sui social la premier Giorgia Meloni ricordando il sociologo scomparso.

Alberoni, noto in tutto il mondo per i suoi studi sui movimenti collettivi e i processi amorosi, era nato a Piacenza il 31 dicembre del 1929. Docente di sociologia all’Università di Milano dal 1964, si è occupato di comunicazioni di massa, di fenomeni migratori, di partecipazione politica in Italia. Tra le sue opere più celebri, Movimento e istituzione; L’élite senza potere: ricerca sociologica sul divismo: L’Italia in trasformazione; ma anche Innamoramento e amore; L’erotismo; L’arte del comando; Sesso e amore; Leader e masse; Lezioni d’amore; L’arte di amare. Il grande amore erotico che dura.

Membro del consiglio di amministrazione e consigliere anziano facente veci di presidente della Rai nel 2005, Alberoni è stato anche editorialista del Corriere della Sera, che dal 1982 al 2011, ogni lunedì, ha ospitato in prima pagina una sua rubrica intitolata Pubblico e privato. Nel 2015 è stato pubblicato il volume antologico Il tradimento. Come l’America ha tradito l’Europa e altri saggi, mentre è del 2016 il saggio L’arte di avere coraggio. Alberoni è stato anche rettore dell’Università di Trento dal 1968 al 1970 e della Iulm dal 1997 al 2001.

Ecco una selezione di foto di Umberto Pizzi per ricordarlo.

(c) Umberto Pizzi – Riproduzione riservata

Condividi tramite