Chi c’era con padre Spadaro all’Istituto Sturzo per Fratelli tutti. Foto di Pizzi

La Fondazione Hanns Seidel, insieme all’Istituto Luigi Sturzo e alla Rappresentanza italiana di Georgetown University, ha presentato il volume “Fratelli Tutti? Credenti e non credenti in dialogo con Papa Francesco”, Castelvecchi.

La raccolta di saggi che compone il libro è una risposta all’invito dell’enciclica “Fratelli Tutti” di Papa Francesco per riflettere sulle sfide contemporanee alla luce del paradigma della fratellanza, con l’obiettivo di abolire la “cultura dello scarto” a favore di una “cultura della cura”. Che siano di ampio respiro o più specificamente politiche, filosofiche o giuridiche, le riflessioni contenute nel volume rappresentano una presa di posizione all’insegna del rispetto e dell’ascolto attivo.

Presenti all’evento Nicola Antonetti, presidente dell’Istituto Luigi Sturzo, Silke Schmitt, direttrice della Fondazione Hanns Seidel Italia/Vaticano, Antonio Spadaro, direttore di Civiltà Cattolica, Riccardo Cristiano, giornalista e vaticanista, Markus Krienke, professore di Filosofia moderna ed Etica sociale presso la Facoltà di Teologia di Lugano e direttore della Cattedra Rosmini, Giovanni Luchetti, autore, Matteo Truffelli, professore ordinario di Storia delle Dottrine Politiche Università di Parma, già presidente di Azione Cattolica, Angelo Tumminelli, professore di Filosofia Morale presso l’Università La Sapienza di Roma.

Il dibattito è stato moderato da Debora Tonelli, curatrice del volume e direttrice della rappresentanza italiana di Georgetown University.

Condividi tramite

Guarda le altre gallery fotografiche