Fabiola Gianotti apre le porte del Cern a Mattarella. Le foto

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella si è recato questa mattina in visita istituzionale al Cern di Ginevra, uno dei principali centri di ricerca in Europa. “Nel Cern, nel cuore dell’Europa, da oltre mezzo secolo si mettono alla prova intuizioni e prendono forma ricerche ed esperimenti destinati a incidere profondamente nel progresso scientifico e tecnologico mondiale”, ha affermato nel corso del suo intervento il Capo dello Stato.

“L’Italia vi ha svolto, tradizionalmente, un ruolo di primo piano, con dedizione, intelligenza e passione. Prestare la propria opera nell’ambito di questo contesto, nel centro di riferimento internazionale per la ricerca in Fisica delle particelle elementari, nato ormai più di sessant’anni fa anche grazie all’opera di Edoardo Amaldi, assume, per un italiano, portatore di una tradizione di straordinario valore, un significato particolare”.

Secondo Mattarella, accompagnato per l’occasione ginevrina dal direttore del Cern, Fabiola Gianotti e dalla figlia Laura Mattarella, “l’entusiastica partecipazione della nostra comunità scientifica all’attività di ricerca costituisce un indicatore positivo della sua attenzione verso l’innovazione e la trasmissione del sapere verso i più giovani. Sono contributi importanti alla creazione di una formazione di base equilibrata, consapevole e indipendente, in un’epoca in cui emergono sconsiderati scetticismi, quando non inaccettabili opposizioni, ai risultati offerti dal metodo scientifico” ha aggiunto il Capo dello Stato.

(foto Imagoeconomica – riproduzione riservata)

ultima modifica: 2019-06-10T18:55:20+00:00 da Gianluca Zapponini