Skip to main content

DISPONIBILI GLI ULTIMI NUMERI DELLE NOSTRE RIVISTE.

 

ultima rivista formiche
ultima rivista airpress

Chi c’era alla presentazione del libro di Stefano da Empoli

1 / 16
Barbara Carfagna, Stefano Da Empoli, Flavia Giacobbe, Renato Loiero, Darya Majidi
2 / 16
Barbara Carfagna, Paola Severino, Stefano Da Empoli, Flavia Giacobbe, Renato Loiero
3 / 16
Barbara Carfagna, Stefano Da Empoli, Flavia Giacobbe, Renato Loiero, Darya Majidi
4 / 16
Andrea Picardi
5 / 16
Barbara Carfagna, Alberto Gusmeroli, Flavia Giacobbe, Stefano Da Empoli, Renato Loiero, Darya Majidi
6 / 16
Alberto Gusmeroli
7 / 16
Francesco Delzio
8 / 16
Barbara Carfagna, Alberto Gusmeroli, Flavia Giacobbe, Stefano Da Empoli, Renato Loiero, Darya Majidi
9 / 16
Paolo Pinzoni, Roberto Basso
10 / 16
Francesco Delzio
11 / 16
Emanuele Rosa, Stefano Da Empoli, Vittorio Calaprice, Stefania Sabatini
12 / 16
Tullio Patassini
13 / 16
Tullio Patassini, Stefano Da Empoli
14 / 16
Tullio Patassini, Renato Loiero

L’intelligenza artificiale generativa è una sfida già in corso, anche se nell’opinione pubblica c’è poca consapevolezza dei rischi e delle potenzialità. Se ne è parlato alla Camera in occasione della presentazione dell’ultimo libro del presidente di I-Com, Stefano Da Empoli, L’economia di ChatGPT. Tra false paure e veri rischi, pubblicato da Egea.

Al dibattito, organizzato su iniziativa del presidente della commissione Attività produttive, commercio e turismo, Alberto Luigi Gusmeroli e moderato dal direttore di Formiche Flavia Giacobbe, hanno preso parte la Giornalista Rai, Barbara Carfagna, il consigliere del presidente del Consiglio dei ministri, Renato Loiero, l’amministratore delegato di Daxo Group e presidente Donne 4.0, Darya Majidi, e la presidente della Scuola nazionale dell’amministrazione, Paola Severino. “Siamo e dobbiamo essere attori e autori del nostro destino sia provando a sviluppare i nuovi dispositivi di IA, come già sta facendo l’Ue, sia adottandoli – ha spiegato Stefano Da Empoli – l’intelligenza artificiale è qualcosa su cui l’Italia deve investire così come sulla formazione, necessaria per utilizzo più consapevole di questi strumenti”. “A livello di sistema-Paese è necessario entrare nell’ottica che l’intelligenza artificiale supporta senza sostituire, non sottrae bensì potenzia l’intelligenza umana – ha aggiunto l’autore del libro – il valore della persona umana è e resta fondamentale”.

Ecco tutte le foto.

×

Iscriviti alla newsletter