Matteo Salvini e Franco Frattini alla Luiss per il Premio Italia Giovane. Le foto di Pizzi

Si è conclusa ieri la quinta edizione del Premio Italia Giovane, iniziativa dell’Associazione Giovani per Roma che ha l’obiettivo di valorizzare giovani talenti under 35 in ambito professionale, accademico, artistico e culturale.

L’edizione 2018 ha ricevuto anche il riconoscimento della medaglia di rappresentanza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. La cerimonia si è tenuta presso la sede della Luiss Business School di Roma e ha visto la presenza di numerosi esponenti delle istituzioni e del mondo accademico. Presenti Matteo Salvini, ministro dell’Interno; Franco Frattini, presidente Sioi; Raffaele Oriani, associate Dean Luiss Business School; Franco Massi, segretario generale Corte dei Conti, Fabio Fortuna, rettore Università Niccolò Cusano, Gennaro Terracciano, pro rettore Università di Roma Foro Italico. Presenti anche i delegati giovanili alle Nazioni Unite – Sioi 2017 Giuseppina De Marco e Tommaso Murè.

Ad introdurre l’evento Franco Frattini, presidente del comitato d’onore, che ha sottolineato come il Premio rappresenti “un messaggio di ottimismo: in molti casi i giovani premiati questa sera lavorano in Italia e per l’Italia in tantissimi settori. Sono convito che un Paese che si rispetti debba aiutare i propri talenti a rimanere. Penso che l’Italia – ha aggiunto – debba fare uno sforzo in più: cerchiamo di non prendere lezioni da altri nel farci sfilare questi talenti”. “Il Premio Italia Giovane porta alla luce tantissime storie di Giovani eccellenze che meritano di essere conosciute. Il nostro Paese non può che migliorare per dare opportunità ai Giovani: meno tasse e meno burocrazia innanzitutto”, ha detto Matteo Salvini che durante la serata è stato intervistato da Frattini.

“Lo spirito del Premio Italia Giovane – ha aggiunto Paolo Boccardelli, direttore della Luiss – rispecchia pienamente la missione della Luiss Business School. Il nostro impegno è quello di formare Giovani talenti e di supportarli nel percorso di crescita personale e professionale, affinché diventino leader consapevoli, in grado di affrontare le sfide future con il coraggio di cambiare le cose in meglio. Questo Premio, che valorizza e promuove il successo unito al talento, trova a Villa Blanc la sua casa”.

Centrali, nell’edizione 2018, i temi quali Innovazione e Digitalizzazione, come ha sottolineato il presidente del Premio, Andrea Chiappetta: “La sfida più grande per la mia generazione è quella di sapere incanalare i grandi cambiamenti tecnologici attraverso forze e competenze positive, cavalcarli, renderli viatico di benessere. Il principale potenziale del Premio Italia Giovane – prosegue – è quello di costituire una rete di talenti che lavora per plasmare un futuro che abbia saputo cogliere le sfide del digitale, cavalcarle, vincerle, tutelare anche arti e mestieri che di digitale non hanno proprio nulla, e che possano lavorare per essere fattori abilitanti del cambiamento, del rinnovamento, della cura del merito, della sfida vinta col futuro”.

Ecco tutte le foto di Umberto Pizzi.

(c) Umberto Pizzi – Riproduzione riservata

ultima modifica: 2018-11-09T13:42:56+00:00 da Francesca Scaringella