Basile, Garozzo e Fiamingo tra pubblico e privato. Le foto degli oro italiani alle OIimpiadi di Rio

Dopo un’apertura con più ombre che luci, la seconda giornata dei Giochi Olimpici porta all’Italia ben cinque medaglie, due delle quali del metallo più pregiato. Quello di Fabio Basile – campione olimpico nel judo categoria 66 chilogrammi – è un oro storico, perché è la numero 200 di un atleta azzurro ai Giochi Olimpici. Ma il conto è stato subito aggiornato, perché un Daniele Garozzo in forma smagliante centra l’oro nel fioretto maschile individuale e porta l’Italia a 201.

In una giornata che bissa quella di apertura di Londra 2012, arrivano anche due argenti, quello nei tuffi (trampolino sincronizzato da 3 metri) di Tania Cagnotto e Francesca Dallapè – che si piazziamo dietro le inarrivabili cinesi Shi e Wu ma spezzano finalmente la maledizione olimpica – e quello, ancora nel judo, di Odette Giuffrida, che si arrende solo alla kosovara Klemendi nella finale dei 52 chilogrammi.

Infine il bronzo che regala il ciclismo femminile: nella prova su strada femminile, la 24enne Elisa Longo Borghini arriva allo sprint finale e finisce sul podio, dietro all’olandese Anna Van der Breggen e davanti alla svedese Emma Johnson. Il medagliere azzurro recita adesso 2 ori, 3 argenti e 2 bronzi: soltanto l’Australia, che finora ha vinto 3 ori e 2 bronzi, ha fatto meglio.

La prima medaglia dell’Italia ai Giochi Olimpici di Rio 2016 (poi bissata nella notte da Gabriele Detti nei 400 stile libero), è arrivata dalla scherma. La siciliana Rossella Fiamingo, dopo una cavalcata entusiasmante, si arrende solo in finale a Emese Szász e conquista l’argento nella spada individuale femminile.

(Testo Askanews)

 

 

 

Condividi tramite

Guarda le altre gallery fotografiche