Nord Stream 2, cosa si muove dietro il botta e risposta Washington-Mosca

Scaramucce tra il ceo di Gazprom Alexey Miller e l’ambasciatore degli Stati Uniti presso l’Ue, Gordon Sundland, mentre procede la posa di 200 km di tubi e l’orizzonte del dicembre 2019 per il suo completamento