Migranti e pesca. Perché la tensione può convenire a Macron e Johnson