Hong Kong, arresti attorno al consolato Usa

Tre arrestati attorno al consolato americano di Hong Kong, che ha aperto momentaneamente le porte a quattro studenti. Intrighi attorno al delicatissimo avamposto diplomatico statunitense in uno dei centri di tensione per Pechino

Il piano quinquennale della Cina è autarchico. Parola di Xi

Doppia circolazione, produzione e consumo interno, lotta alle disuguaglianze, indipendenza autarchica (sopratutto nei settori chiave dell’innovazione tecnologica). Il piano di Xi per la Cina del 2025, e la visione per il 2035

Illegale o deterrente? Il Trattato sul nucleare che divide l'Onu

Il Trattato per rendere le armi nucleari illegali diventa operativo con la ratifica del cinquantesimo paese, ma le potenze atomiche (come Usa, Russia, Cina) non lo hanno firmato e annunciano già che non lo considereranno valido. Ecco i perché

Afghanistan. L'ambiguità dei Talebani e il processo di pace americano

Mentre procedono i negoziati con gli Stati Uniti, i Talebani tornano all’attacco. Dozzine di persone uccise in attentati questa settimana, nove in un attentato oggi. Nuove informazioni sul procedere dei contatti con Washington, tra realismo, dubbi e contromosse

Vertice Serraj-Conte. Roma vuole la stabilizzazione (anche economica) della Libia

Incontro Serraj-Conte sul solco della fase negoziale in corso per stabilizzare la Libia. Ecco come tra i vari dialoghi in corso assume sempre maggiore centralità quello economico (legato al petrolio) dove il vicepremier Maiteeg ha un ruolo centrale

Caos in Nigeria, perché i giovani protestano contro la polizia

Le proteste di piazza organizzate dai giovani contro le brutalità della polizia sono uno slancio per le rivendicazioni sociali di questa enorme fetta demografica che chiede sicurezze sul futuro

Hillary e i Fratelli musulmani. Se i sauditi fanno un assist a Trump (via mail)

Un nuovo, micro caso emailgate alla vigilia delle presidenziali Usa2020. Il dipartimento di Stato statunitense ha fatto uscire alcune missive di Clinton in cui si dimostrerebbero i rapporti con la Fratellanza musulmana. Campagna elettorale per i Repubblicani, mentre i sauditi le stanno usando per fini interni (consolidare bin Salman) e per due interessi di politica estera: combattere la Turchia (e i Fratelli) e favorire la vittoria di Trump

Firma in Bahrein, embargo all’Iran. I due volti degli Accordi di Abramo

Nel giorno in cui viene sbloccato l’embargo Onu sulle armi all’Iran, a Manama l’intesa tra Israele e Bahrein diventa operativa. Immagini simboliche degli Accordi di Abramo, intesa pensata anche per costruire un fronte che funzioni da contenimento per Teheran, secondo la strategia pensata dagli Stati Uniti

Nagorno-Karabakh, ecco la tregua traballante che piace a Putin

Violazioni e denunce continue. Il non-stop alle armi tra Armenia e Azerbaigian non dispiace a Mosca, che aspetta l’evoluzione prima di giocare il proprio peso politico nella regione