Skip to main content

Giù le mani dal medico-eroe Li Wenliang. L'appello di Laura Harth

Credo che la stragrande maggioranza delle persone al mondo converrà sul fatto che non esiste forse peggior tradimento di quello postumo, inflitto su persone che non dispongono più della facoltà di rispondere. Purtroppo si tratta di un tradimento comune, esercitato anche sulle persone a loro cari, come nel caso del defunto presidente del Senato ceco Jaroslav Kubera, la cui vedova…

Convertiti (e fregati?) sulla Via della Seta. La versione di Laura Harth

Come abbiamo scritto pochi giorni fa, l’Italia è uno dei destinatario privilegiati degli aiuti di Pechino. Ma siamo in piena pandemia e l’Italia è stata il primo Paese occidentale a essere colpito in modo così gravoso, quindi tralasciamo un attimo questi argomenti “politicizzati”, come piace a Pechino e all’Oms. Abbracciamo, come ci hanno chiesto anche i medici della Croce Rossa…

Il boomerang della special relationship con la Cina. Scrive Laura Harth

La Cina ama l’umanità intera, ma qualcuno più di altri. E a quanto ci viene prospettato, è proprio l’Italia a occupare un posto molto speciale nel cuore del Partito comunista. Ma quanto è davvero così singolare questo rapporto? Mentre gran parte del mondo occidentale, quel mondo che si riconosce nei valori e i principi dello stato di diritto e della…

Propaganda cinese (e ruolo della Rai). Laura Harth sollecita il Parlamento

É di bon ton questi giorni parlare di una guerra in atto, il mondo intero unito nel combattere il coronavirus. Ed è un paragone pericoloso, che ci vede infatti sacrificare con troppa facilità diritti e libertà, l’ultima dei quali la privacy. Inoltre, quella finta unità mondiale nasconde il vero conflitto in corso, quello sì una guerra vera e propria, anche…

Covid-19 in Africa. La doppia bomba a orologeria

È stato pubblicato il 6 aprile lo studio dell’Unione africana “Impact of the Coronavirus Covid-19 on the African Economy” (Impatto del Coronavirus Covid-19 sull’economia africana). Lo studio di 35 pagine delinea due scenari per la traiettoria della pandemia: uno scenario “medio-realistico" in cui la pandemia dura fino a luglio ma l'Africa "non è molto colpita”, e uno scenario "pessimistico" in…

L'autoritario Orban e i sepolcri imbiancati della politica italiana. L'affondo di Harth

Tutti costernati dinanzi all’attribuzione di pieni poteri a Viktor Orban per la gestione della crisi sanitaria che colpisce ormai tutto il mondo, e quello occidentale in particolare. Tutti rintronati dentro casa, ieri abbiamo assorbito anche l’ondata di notizie e dichiarazioni sull’operato “scandaloso” del “dittatore”, per ricordare il benvenuto che gli dette scherzando Jean-Claude Juncker, allora presidente della Commissione europea –…

Coronavirus, perché a Madrid il sistema sanitario è sull’orlo del collasso

La strategia del ministero della Salute spagnolo segue quella di altri Paesi europei, cercando di rallentare la diffusione del virus con tutte le misure possibili al fine di mantenere il numero di tamponi da eseguire e i ricoveri ospedalieri il più basso possibile. Ma nonostante tutte le precauzioni, medici e operatori sanitari a Madrid temono che la diffusione rapida provocherà…

Coronavirus, quel che il Belgio non vuole imparare dall’Italia

Dopo una videoconferenza con i leader dell’Unione europea il 10 marzo, la Commissione europea ha deciso - finalmente - di portare avanti una “Corona Response Investment Initiative” di un valore totale di 25 miliardi di euro e diretta ai sistemi sanitari, alle Pmi, ai mercati di lavoro e ad altre parti vulnerabili delle nostre economie. Parte anche un coordinamento delle…

Bugie di regime. Così Xi mette il bavaglio sul coronavirus (con applausi dall’Italia)

“Never waste a good crisis.” Il Presidente cinese Xi Jinping, dopo essere sparito dai radar nel pieno inferno della crisi a Wuhan, ha visitato il capoluogo della provincia dove è esplosa il coronavirus. Più che da segnale che la tendenza è stata invertita, la sua visita veicola una serie di messaggi che da qualche settimana sono la vera (pre)occupazione del…

Uiguri, non si dica: non lo sapevamo. Il monito di Laura Harth

Si è da poco celebrata la Giornata della Memoria, accompagnata in Italia con cori sempre più alti sul pericolo odierno fascista. Nel frattempo aumentano le prove schiaccianti sui crimini contro l’umanità del regime nazi-comunista del Partito comunista cinese contro le sue minoranze etniche e religiose, sorvegliate, detenute, e sottoposte a torture in modo massiccio. Ma buona parte della politica italiana,…

×

Iscriviti alla newsletter