La tecnologia corre, le istituzioni arrancano. La riflessione di Paganini