Così la Difesa difende Taranto dai cinesi (e non solo). Parola di Guerini

Non solo i cinesi al porto di Taranto. Oltre l’apertura al gruppo Ferretti (in mano a Weichai), è arrivato un nuovo accordo tra la città e la Difesa. Il legame “è profondo”, e lo sarà ancora di più “nel progetto di modernizzazione della Marina militare”. Il messaggio di Lorenzo Guerini, tra la rassicurazione agli alleati della Nato e la sottolineatura sul valore strategico del capoluogo pugliese

Trump chiama Putin. Si smuovono i negoziati per il trattato New Start

Gli Stati Uniti premono per trovare l’intesa con la Russia sul rinnovo del trattato New Start entro le prossime tre settimane, così da offrire a Trump una carta in più verso il voto del 3 novembre. Mosca ha per ora giocato d’attesa, ma qualcosa potrebbe essere cambiato. Resta comunque un grande assente: la Cina

Armi, alleanze e trattati nucleari. Cosa divide Trump e Biden sulla Difesa

Tra ritiri militari e sfida cinese, Donald Trump e Joe Biden sembrano quasi allineati a livello di grand strategy, concordi sul ritorno della “great power competition”. Distanze importanti ci sono sulla modernizzazione nucleare e sull’export di armi, mentre sulle alleanze (Nato in testa) pare solo questione di toni. Ecco cosa unisce e cosa divide i due candidati a #Usa2020 nel campo della Difesa

Libia e Mediterraneo, perché la Turchia resta un alleato. L'incontro tra Guerini e Akar

Un colloquio “lungo e cordiale” ma anche “franco” quello a Roma tra Guerini e il collega turco Akar. Sulla Libia c’è convergenza per il sostegno alla pacificazione, mentre per il Mediterraneo orientale emergono sforzi comuni “per allentare la tensione”, anche se il dossier resta intricato. La via scelta è quella del dialogo, a partire dalla Nato

Tregua in Nagorno Karabakh? La mossa di Putin tra diplomazia e armi

Almeno due segnali indicano che il conflitto in Nagorno Karabakh potrebbe procedere verso una tregua. I combattimenti proseguono, ma a Mosca i diplomatici di Armenia e Azerbaijan si incontrano per la prima volta dall’avvio della violenta escalation. Con la sponda francese, la Russia sembra riprendere controllo della situazione, ma resta l’incognita turca

La Difesa nel Recovery Fund. Il punto di Guerini per la svolta digitale

Intervenendo all’EY Capri Digital Summit, il ministro Lorenzo Guerini ha spiegato come la Difesa entrerà nel Recovery Fund. Ci saranno progetti dedicati al digitale e alla “rivoluzione verde”, mentre per i programmi d’arma più tradizionali la sfida si gioca tra il bilancio ordinario (con il Dpp in uscita “a breve”) e l’European Defence Fund

Basi militari intelligenti. Così il Pentagono testerà il 5G

Tra occhiali connessi in rete e magazzini intelligenti, il Pentagono ha assegnato contratti per 600 milioni di dollari per testare la tecnologia 5G sulle basi militari. Ci lavoreranno i big Usa come AT&T e General Dynamics, ma anche le aziende che guidano lo sforzo europeo, Nokia ed Ericsson

Missione dialogo per Guerini. La visita a Cipro e l'incontro con il turco Akar

Il ministro Guerini è a Cipro per incontrare il collega Petrides. Domani riceverà a Roma l’omologo turco Akar, con l’obiettivo di confermare “la storica amicizia”, ciò che giorni fa, dalla Farnesina, Di Maio ha evidenziato ospitando Cavusoglu. L’Italia tiene la linea del “dialogo” sposata dalla Nato, ma il Mediterraneo orientale resta un dossier complesso, con ramificazioni dalla Libia ai Balcani

Non solo Emirati Arabi. Perché (anche) il Qatar vuole l'F-35

Anche il Qatar vuole l’F-35. Per gli Usa, l’eventuale vendita permetterebbe di rafforzare il sistema di pressione sull’Iran. Per Doha vorrebbe dire dare vigore alle ambizioni crescenti su varie questioni mediorientali. Prevedibili però le resistenze di Israele e Arabia Saudita. Ecco perché

Il regalo della Difesa russa per Vladimir Putin? Un nuovo missile ipersonico

La Russia ha nuovamente testato il missile da crociera ipersonico Tsirkon. Avrebbe volato per 450 chilometri superando Mach 8, viaggiando cioè a circa 2,7 chilometri al secondo. È solo uno dei “gioielli” di Vladimir Putin, che festeggia così il 68esimo compleanno confermando che la corsa su Cina e Russia è ormai tutta a velocità ipersonica. E intanto l’India…