L’abbraccio degli studenti a Giorgio Parisi. Le foto dalla Sapienza

Tifo da stadio, ma non è lo stadio. Si tratta invece dell’Università La Sapienza che ha accolto il premio Nobel Giorgio Parisi con un abbraccio immenso degli studenti, che al suo arrivo lo hanno acclamato con cori da stadio, preceduti dall’affissione, sulla facoltà di Fisica, dello striscione: “It’s coming Rome”.

“In Italia abbiamo già visto un cambiamento verso la ricerca e spero che nella prossima finanziaria questo cambiamento venga in qualche modo implementato in maniera opportuna”, ha detto il fisico Parisi nella cerimonia organizzata nell’Università Sapienza di Roma per l’assegnazione del Nobel per la Fisica. Un augurio che è stato accolto da un grande applauso. “L’obiettivo – ha aggiunto – è rendere l’Italia un Paese accogliente per i ricercatori, cosa che oggi non è: lo vediamo dai tantissimi italiani che vanno all’estero e dai pochi stranieri che vengono qui”.

Il Nobel a Giorgio Parisi è un “riconoscimento che dà orgoglio e ispirazione”, ha detto la ministra per l’Università e la Ricerca, Maria Cristina Messa, intervenendo alla cerimonia organizzata dall’Università Sapienza di Roma, dove Parisi ha studiato e insegnato e della quale è ora professore emerito. “È un momento storico. Il Nobel arriva in un momento in cui c’è fermento per ricominciare a dare alla ricerca la forza che dovrebbe avere e per renderla un caposaldo della nostra cultura”, ha detto la ministra, che ha anche ricordato l’applauso con il quale oggi nel Consiglio dei Ministri è stata accolta la notizia del Nobel a Parisi. “La nostra comunità – ha detto ancora – ha vissuto anni non facili, ma siamo riusciti a mantenere un buon livello di pubblicazioni scientifiche”. L’auspicio è quello di tenere alta l’attenzione sulla ricerca e per questo, ha detto a margine della cerimonia, “la necessità da qui a 5 anni è di avere 30.000 persone” con una spesa stimata di un miliardo e mezzo.

Ecco l’abbraccio della Sapienza a Giorgio Parisi.

(Foto: Imagoeconomica)

Condividi tramite

Guarda le altre gallery fotografiche