Fulvio Abbate e Bobo Craxi, come salvare il socialismo con ironia. Foto Pizzi

È stato presentato mercoledì 25 maggio al bar ristorante Santa Lucia a piazza Navona a Roma, il volume “Gauche Caviar. Come salvare il Socialismo con l’ironia”, firmato da Vittorio “Bobo” Craxi e Fulvio Abbate, edito da Baldini + Castoldi.

Insieme agli autori hanno dibattuto Paolo Mieli, Alessandro De Angelis, Dario Evola e Bruno Pellegrino.

La quarta di copertina del libro: “Mentre sognano di inaugurare un Chiringuito in Tunisia, intitolato alla gauche caviar, Fulvio Abbate e Bobo Craxi si scambiano lettere colme di verve e ironia, talvolta perfino amara, sul destino del mondo.

La gauche caviar, infatti, esempio di glamour politico e mondano, incapace di mettere se stessa in discussione, convinta nello stabilire i torti e le ragioni, quella dei radical chic di sinistra insomma, in questo libro viene messa a nudo. Da Marx a Craxi, naturalmente, da Marcuse ai Beatles, da Camus a Berlinguer, da Proudhon a Jack Lang, da Pasolini a Simon & Garfunkel, addirittura fino a Zorro, ragionando di storia, politica, filosofia, arte, cinema, costumi e profumi, gli autori pongono una domanda capitale: cosa significa affermare le ragioni della bandiera rossa oggi?

Un pamphlet colto, raffinato e irresistibile che porta un vento di freschezza con inenarrabile sarcasmo.

Fulvio Abbate e Bobo Craxi firmano il manifesto più provocatorio e irriverente del socialismo che sia mai stato scritto”.

(Foto: Umberto Pizzi-riproduzione riservata)

Condividi tramite

Guarda le altre gallery fotografiche