Skip to main content

DISPONIBILI GLI ULTIMI NUMERI DELLE NOSTRE RIVISTE.

 

ultima rivista formiche
ultima rivista airpress

Morto nella notte Riccardo Laganà. Le foto del consigliere Rai

“L’improvvisa scomparsa di Riccardo Laganà è un dolore profondo per tutta la ‘sua’ Rai, di cui è stato orgogliosamente parte e che ha rappresentato nel consiglio di amministrazione, dando voce a chi, con il proprio lavoro, fa vivere quotidianamente il aervizio pubblico”. Così la presidente Rai Marinella Soldi e l’amministratore delegato Roberto Sergio si fanno interpreti del grande cordoglio del consiglio di amministrazione, del direttore generale e di tutti i lavoratori Rai per la morte di Riccardo Laganà.

“Nel suo ruolo di consigliere di amministrazione – proseguono Soldi e Sergio in una nota – Laganà ha sempre rappresentato, con determinazione e fermezza, ma con lealtà e grandissimo senso di responsabilità, il punto di vista dei lavoratori Rai, per un’azienda che desiderava fosse realmente un punto di riferimento autorevole per i cittadini e per la quale si è sempre speso generosamente in prima persona”.

La morte di Laganà è stata improvvisa e inaspettata, causata da un arresto cardiaco che lo ha colpito questa notte. Era stato confermato al suo secondo mandato nel CdA Rai.

“L’impegno, la trasparenza e il coraggio di Riccardo Laganà sono un patrimonio da non disperdere. Esprimo le mie sentite condoglianze alla sua famiglia e alla Rai che ha avuto l’opportunità di avere il supporto professionale di un consigliere di amministrazione che credeva realmente e totalmente nel valore del servizio pubblico”, ha dichiarato in una nota il sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega all’informazione e all’editoria, Alberto Barachini.

Parole di cordoglio anche dalla presidente della commissione di vigilanza Rai Barbara Floridia. “Ho avuto modo di conoscerlo in questi mesi da presidente della commissione di vigilanza e ne ho sempre apprezzato la schiettezza, la lealtà e la profonda conoscenza dell’azienda a cui ha dedicato la sua vita: la Rai. Solo pochi giorni fa c’eravamo sentiti per condividere principi e idee sempre per quella che appariva essere per lui una missione: la tutela e il miglioramento del servizio pubblico. Con la sua scomparsa il CdA e la Rai intera perdono un vero militante del servizio pubblico”.

Ecco le sue foto.

×

Iscriviti alla newsletter