Raoul Bova dalle cene romane alla bici di Don Matteo. Le foto di Umberto Pizzi

Dopo 21 anni Terence Hill non sarà più “Don Matteo”. È un colpo di scena per la storica fiction in onda su Rai1 dal 7 gennaio 2000 e giunta alla tredicesima edizione in registrazione a breve. Non è al momento chiaro se la sua uscita di scena corrisponderà a un viaggio improvviso, alla morte del personaggio o ad altre trovate narrative. La scelta di Lux Vide sembra muoversi nella stessa direzione intrapresa per “Un passo dal cielo”, dopo l’addio di Terence Hill ha puntato su Daniele Liotti ottenendo ottimi risultati sul fronte auditel.

Secondo TvBlog un vero e proprio passaggio del testimone avverrà nella quarta puntata, la cui messa in onda è in programma nell’autunno del 2021. Raoul Bova è reduce dal successo di “Buongiorno, mamma”. Torna il capitano Anceschi interpretato da Flavio Insinna. Anche lui a lungo protagonista insieme a Terence Hill e Nino Frassica per molte stagioni di Don Matteo. Al suo fianco non ci sarà però Milena Miconi (nella fiction Laura Respighi) che il capitano dei carabinieri aveva sposato.

La fiction di Rai1 nacque nel 1998 da un’idea del regista Enrico Oldoini e dal soggetto di serie di Alessandro Bencivenni e Domenico Saverni. In una fase iniziale, prima della messa in onda arrivata nel 2000, il titolo avrebbe dovuto essere “Il diavolo e l’acqua santa”, per il ruolo di protagonista si era pensato a Lino Banfi e Giancarlo Magalli. Hill lavorava a una serie per le reti Mediaset, il ruolo era quello di un sacerdote-investigatore, progetto poi saltato con il successivo passaggio del celebre attore in Rai.

(Testo-Askanews)

(Foto: Umberto Pizzi-riproduzione riservata)

Condividi tramite

Guarda le altre gallery fotografiche