Venezuela, le foto dei colombiani deportati

Bambini separati dai genitori, distruzione di abitazioni, aggressioni fisiche contro chi deve abbandonare il Paese. La decisione del presidente del Venezuela Nicolas Maduro di chiudere la frontiera colombo-venezuelana ha causato non solo tensioni tra i due Paesi, ma soprattutto una situazione di disagio e violazioni dei diritti umani, come ha denunciato l’Episcopato del Venezuela.

Dopo che sulla facciata delle loro case è spuntata la lettera “D”, circa 1000 cittadini colombiani sono stati deportati dall’esercito venezuelano. Molte famiglie sono state divise perché i figli di molti colombiani sono nati in Venezuela e la legge prevede che i minorenni non possano uscire dal Paese senza un’autorizzazione dello Stato.

Il governo di Maduro sostiene che il contrabbando dei prodotti sovvenzionati dallo Stato venezuelano verso la Colombia è la principale ragione della carenza di beni di prima necessità in Venezuela.

Ecco alcune immagini delle deportazioni.

Condividi tramite

Guarda le altre gallery fotografiche