Prima, durante e dopo il Covid-19. Come ripensare ai valori dei brand

Come si comporta un sopravvissuto-superstite? Quali nuovi valori e priorità ha? Che esigenze manifesta e dove vuole andare? Di chi ha davvero bisogno? Se i brand risponderanno sapremo a questo forse potremo far ripartire la domanda, se non nel portafogli, almeno nel cuore di chi consuma. L’analisi di Andrea Fontana, sociologo della comunicazione, presidente Storyfactory e Premio Divulgazione Scientifica Nazionale 2019 per le scienze sociali

Ballando e suonando con l’Apocalisse. Ci stupiremo di quanto siamo forti

La guerra al coronavirus si sta combattendo su diversi fronti. Uno di questi è anche sociale e psicologico e riguarda il morale di tutta la “truppa” italiana. Sul versante sanitario si sta facendo tantissimo, ma su quello della tenuta psichica? Gli italiani con la loro proverbiale creatività – sfiancati da una reclusione giusta ma forzata – si inventano attività: dai flashmob musicali alle iniziative sul web. E i balconi di tutta Italia si trasformano nell’ultima trincea, in un canto contro il male. L’analisi di Andrea Fontana, sociologo della comunicazione, presidente Storyfactory e Premio Divulgazione Scientifica Nazionale 2019 per le scienze sociali

Riapriamo i cervelli. Come ripartire dopo lo shock da coronavirus

L’impatto dell’emergenza sanitaria da Covid-19 ha prodotto effetti psicologici, sociali ed economici profondi che hanno alterato tutta la nostra vita. Abbiamo vissuto un trauma che ha chiuso i nostri cervelli e i nostri cuori, non solo le zone fisiche delle nostre geografie-paese. Ora, dopo lo shock, dobbiamo riprenderci e pensare a come ripartire. L’analisi di Andrea Fontana, sociologo della comunicazione, presidente Storyfactory e Premio Divulgazione Scientifica Nazionale 2019 per le scienze sociali

Comunicazione aziendale e coronavirus: come gestire l’infodemia restando umani

Per la prima volta, il nostro Paese si confronta duramente con il cambiamento catastrofico e la gestione emergenziale. Come devono comunicare le aziende in questo mutato scenario di vita e di percezione? Dal fronte caldo milanese, l’analisi di Andrea Fontana, sociologo della comunicazione, presidente di Storyfactory

Quando l’infodemia è più pericolosa di una epidemia. L'appello di Andrea Fontana

La situazione in corso sul coronavirus sembra stia completamente degenerando. Non tanto dal punto di vista politico ma da quello della comunicazione istituzionale e giornalistica. Informazioni e notizie istituzionali – e quindi non fake – impazzano. E come se non bastasse dall’estero ci dicono che i focolai in Italia sono un mistero. Siamo in piena infodemia, che mette in luce le nostre fragilità e debolezze come sistema collettivo. L’analisi di Andrea Fontana, sociologo della comunicazione, presidente Storyfactory e Premio Divulgazione Scientifica Nazionale 2019 per le scienze sociali

I brand come story-gate: la campagna Ikea "Real Life Series"

Cosa succederebbe se improvvisamente potessimo bere una birra con Homer Simpson nel suo salotto o se riuscissimo a fare quattro chiacchiere con Ross e Rachel nel living di Friends? Forse saremmo trasportati in un altrove spazio-temporale che oggi i brand provano a ricreare, quasi fossero portali dimensionali. Come ci suggerisce la campagna “Real Life Series” di Ikea EAU. L’analisi di Andrea Fontana, presidente Storyfactory

Perché la sicurezza conquista brand e pubblicità. L'analisi di Fontana

Il tema ormai è entrato nell’immaginario comune. La questione della sicurezza infatti riguarda la nostra vita personale e digitale. L’analisi di Andrea Fontana, presidente di Storyfactory

Perché Joker è l’eroe che ci meritiamo. L'analisi di Fontana

Non ha muscoli e non è forte. Non possiede mantelli o superpoteri. È magro, emaciato, esile. Vittima e carnefice allo stesso tempo, ma forse neanche questo. Non ha tutine rosse, nere o blu. Solo uno sguardo multiplo sulla realtà. Allucinato e allucinante. Che lo rende capace di assumere più punti di vista contemporaneamente. Per questo è il Joker. E per questo è la metafora perfetta dei nostri tempi: l’eroe della post-verità. Allerta spoiler

Fenomeno Greta. Cosa cambia e perché nel mondo della comunicazione

E se Greta non fosse importante solo per il suo messaggio ambientale? Possiamo essere d’accordo o in disaccordo con lei. Ma ciò che è rilevante non è tanto Greta Thunberg come attivista, ma il “fenomeno Greta” che sta cambiando i paradigmi della comunicazione e delle leadership contemporanee. Mostrandoci un’epoca estrema e apocalittica. Andrea Fontana analizza cosa significa vivere e comunicare nelle “apocalissi culturali”

Striscia la Notizia e deep fake. Cosa devono sapere i comunicatori

Una riflessione di Andrea Fontana sui nuovi confini della comunicazione istituzionale e aziendale. Questa settimana, per la prima volta in Italia, Striscia la Notizia ha introdotto la “satira 2.0” per creare video con personaggi veri ma totalmente finti. Una minaccia? Forse no…