Integrazione europea e regionale. La prova per Draghi secondo D'Onofrio

Cossiga, tra partiti e correnti di partito. La versione di Francesco D’Onofrio

Quando nel 1990 si dimisero contestualmente 5 ministri della sinistra Dc dal governo Andreotti l’allora Capo dello Stato Francesco Cossiga mise in campo più che mai la sua origine accademica e costituzionalistica in particolare. La testimonianza di Francesco D’Onofrio, già ministro dell’Istruzione, sottosegretario agli Affari regionali e professore emerito di Diritto pubblico presso l’Università di Roma “La Sapienza”

Regionalismo, province digitale, italiani, riforma costituzionale

Regionalismo differenziato, problemi nazionali e dimensione europea

Il dibattito sull’autonomia differenziata delle regioni del nord (Veneto, Lombardia, Emilia Romagna) apre anche un altro fronte: l’equilibrio tra sovranità nazionale e integrazione europea

autonomia differenziata, Sud Mezzogiorno, federalismo

Perché (e come) si può sciogliere il groviglio dell'autonomia differenziata

Tre in definitiva sono le questioni politiche che devono essere affrontate e risolte: il se delle autonomie speciali, il quante delle competenze da attribuire alle Regioni, il come della copertura finanziaria delle nuove spese. L’analisi di Francesco D’Onofrio

La partita delle autonomie regionali tra Salvini e Di Maio

Si è in presenza della questione antica, e mai definitivamente risolta, del rapporto tra Regioni e Stato. L’analisi di Francesco D’Onofrio

Isis, la strage di Rouen e le sfide del popolarismo

L’analisi del professor Francesco D’Onofrio