M5S al bivio, tra partito personale e partito padronale. L'analisi di Di Gregorio

Bis di Raggi a Roma? Scelta logica, ma sbagliata. Di Gregorio spiega perché

Reputo logica, per quanto non vincente, la scelta difensiva del “sindaco invisibile” adottata da Virginia Raggi. Logica perché riduce i danni. Non vincente, perché nell’invisibilità del sindaco la città sembra senza timoniere, autogestita. L’analisi di Luigi Di Gregorio, politologo e autore di “Demopatia. Sintomi, diagnosi e terapie del malessere democratico” (Rubbettino)

Stati generali? Buona idea, pessimo tempismo. Di Gregorio spiega perché

Solitamente gli Stati generali sono una preziosa occasione di dialogo. Ma questi non sono tempi ordinari e il “fate presto” che riecheggia in tutto il Paese difficilmente troverà risposte in questa Isola dei Famosi del premier. L’analisi di Luigi Di Gregorio, politologo e autore di “Demopatia. Sintomi, diagnosi e terapie del malessere democratico” (Rubbettino)

Covid-19, tutti gli errori dell'Italia (col senno di poi). L'analisi di Luigi Di Gregorio

“Lo sapevo, ve l’avevo detto!”, una volta che gli eventi sono accaduti è sempre esercizio facile. Nonostante ciò si può imparare da quello che si è rivelato sbagliato finora. Stiamo vivendo un tempo imprevisto e maledetto. Non eravamo preparati, neanche lontanamente, ad affrontarlo, così presi da non-notizie (ir)rilevanti. L’analisi di Luigi Di Gregorio, politologo e autore di “Demopatia. Sintomi, diagnosi e terapie del malessere democratico” (Rubbettino)

L'elefante e l'infodemia. Perché è difficile limitare gli effetti

Siamo la società degli sciami. Il contagio prima che virale è psicologico: il panico corre in tempo reale, non ha bisogno di starnuti o strette di mano. L’analisi di Luigi Di Gregorio, politologo e autore di “Demopatia. Sintomi, diagnosi e terapie del malessere democratico” (Rubbettino)

Da Sardine a Salvine. Il rischio autogol secondo Di Gregorio 

Non hanno una proposta politica. Non hanno un’organizzazione. Non hanno un leader. Non hanno un’identità, se non “di rimbalzo”. L’analisi di Luigi Di Gregorio, politologo e autore di “Demopatia. Sintomi, diagnosi e terapie del malessere democratico” (Rubbettino)

Dall'Umbria all'Emilia, cosa manca al governo per frenare la valanga

Ormai governare è una garanzia per perdere consenso, mentre fare opposizione è l’unica certezza di crescita. C’è un solo modo per provare a crescere al governo: fare opposizione contro il tuo alleato. Il che verosimilmente non allungherà affatto la vita al Conte Bis