Il Ddl Concorrenza è legge, ecco cosa cambia. Scrive da Empoli

I limiti della libertà di espressione e il potere riluttante delle Big Tech

Occorre essere pienamente consapevoli della sostanziale impossibilità di risolvere con la bacchetta magica regolamentare tutti i profili che non ci piacciono dei social (e dell’ecosistema digitale), accanto a quelli che vorremmo preservare. Nell’interesse prioritario della democrazia e del progresso civile ed economico. L’intervento di Stefano da Empoli, presidente dell’Istituto per la Competitività (I-Com)

regolamentazione

L’ottimo nemico del bene? Il caso della regolamentazione digitale in Europa

La regolamentazione del settore digitale, sempre se si può ancora parlare di Internet come se fosse un modo a parte, sta mettendo in fibrillazione entrambe le sponde dell’Atlantico. Per questo occorre fare attenzione: qualora non ben dosata, la regolamentazione potrebbe facilmente far deragliare il treno dell’innovazione o dirottarlo su un binario morto. L’analisi del presidente dell’Istituto per la Competitività (I-Com) Stefano da Empoli

Gaia X

Gli errori da non commettere con Gaia-X. Scrive da Empoli (I-Com)

Il destino è anche nelle nostre mani. Spetta a noi aprire una nuova pagina dell’Europa digitale del futuro, basata su maggiori investimenti e una forte affermazione di regole e valori improntata a criteri di apertura, trasparenza e sicurezza. L’intervento di Stefano da Empoli, presidente dell’Istituto per la Competitività (I-Com).

Una trasformazione digitale a misura di Sud Europa

Dallo smart working alla didattica a distanza, le tecnologie digitali hanno funzionato come il principale gruppo di continuità delle nostre economie e delle nostre vite dopo il lockdown. Il tema è stato affrontato nel corso del primo appuntamento organizzato da PromethEUs, nuova rete di think tank di Italia, Spagna, Grecia e Portogallo. L’analisi di Stefano da Empoli

Economia e salute. La sfida europea per superare l’emergenza. Analisi di da Empoli

Appare imperativo iniziare seriamente a discutere come mettere l’Europa nelle condizioni migliori per ricostruire la casa dopo che la tempesta sarà passata e superare il prossimo crash test. Con più poteri a Bruxelles sulla salute e maggiori leve finanziarie messe a fattor comune. L’intervento dell’economista Stefano da Empoli, presidente dell’Istituto per la Competitività (I-Com)

Galleggiare nel presente o guardare al futuro. Le scelte dell’Italia per il nuovo decennio

Forse c‘è qualche barlume di luce nella pronunciata cupezza che contraddistingue l’attuale fase politica italiana. Ma i segnali sono ancora deboli e al momento sporadici. Condizioni non sufficienti per quella svolta verso la competitività e l’innovazione che auguriamo di cuore all’Italia nel prossimo decennio. L’analisi di Stefano da Empoli, presidente dell’Istituto per la Competitività (I-Com)