Cosa resta dell’esodo degli albanesi dopo 30 anni? Il ricordo di Scotti

Cosa non dimentico di Giovanni Falcone. Il ricordo di Vincenzo Scotti

In occasione del 28esimo anniversario della strage di Capaci, Scotti ripercorre gli ultimi sedici mesi trascorsi insieme a Falcone che cambiarono il suo approccio e la sua partecipazione alla politica, alla società e alla stessa religione cattolica

Politica, scienza e amministrazione. L’alleanza necessaria. Scrive Enzo Scotti

La strada giusta da imboccare è quella di un’alleanza, a base di vero dialogo, sugli obiettivi realistici da perseguire. E sui finanziamenti che riceveremo non servirà un commissario straordinario. L’analisi del presidente della Link Campus University

Cosa resta a 30 anni dalla caduta del muro di Berlino. Il ricordo di Vincenzo Scotti

Gli anni successivi alla caduta del muro ci hanno consegnato il ritorno della storia. La Link Campus University avvierà dall’8 novembre alle 15 presso la propria sede, con Sioi e Fondazione Economia Tor Vergata, un processo di ricerca sulle cause e sulle conseguenze che hanno portato e che si sono generate da quell’avvenimento

Vi racconto la lotta di Giulio Pastore, per la libertà e il buon governo. Firmato Scotti

A cinquant’anni dalla sua morte, Vincenzo Scotti ricorda il sindacalista Giulio Pastore. Oggi c’è il rimpianto di non essere riusciti, in questi ultimi decenni in cui il mondo è cambiato e continua a cambiare radicalmente, a sviluppare il suo insegnamento per vincere le sfide della società e della politica del nostro Paese

Non ci sono più gli 007 di una volta. Lezione di intelligence di Enzo Scotti

Le sfide, nel mondo di oggi, nascono “altrove” rispetto al livello nazionale e territoriale, ma impattano in maniera decisiva all’interno dei nostri Stati nazionali e sulla coesione delle nostre democrazie rappresentative. Il nostro Paese deve essere ben informato e ben formato sul mondo esterno per capire le azioni che si verificano in altri Paesi. Il punto di Vincenzo Scotti, presidente della Link Campus University

La retromarcia di Salvini, il ruolo di Conte e Mattarella. Il rebus secondo Scotti

Salvini non ha più spazio di manovra per fare marcia indietro. Ora il bivio per il Paese è uno solo: governo di legislatura o elezioni subito. Un governo Pd-M5S non sarebbe un tradimento ma una scelta sovrana del Parlamento. Conte? Gli è sfuggita di mano la situazione. L’intervento di Vincenzo Scotti