Skip to main content

DISPONIBILI GLI ULTIMI NUMERI DELLE NOSTRE RIVISTE.

 

ultima rivista formiche
ultima rivista airpress

Chi c’era al Campidoglio alla fiaccolata per Navalny voluta da Calenda. Foto di Pizzi

1 / 53
Carlo Calenda
2 / 53
Carlo Calenda
3 / 53
Carlo Calenda
4 / 53
Carlo Calenda
5 / 53
Carlo Calenda, Vittorio Emanuele Parsi
6 / 53
Roberto Gualtieri
8 / 53
Roberto Gualtieri
9 / 53
Roberto Gualtieri
10 / 53
Roberto Gualtieri
11 / 53
Roberto Gualtieri
12 / 53
Roberto Gualtieri
13 / 53
Roberto Gualtieri
14 / 53
Roberto Gualtieri
15 / 53
Roberto Gualtieri
16 / 53
Roberto Gualtieri
17 / 53
Roberto Gualtieri
18 / 53
Roberto Gualtieri
19 / 53
Roberto Gualtieri
20 / 53
Carlo Calenda, Vittorio Emanuele Parsi
21 / 53
Carlo Calenda, Vittorio Emanuele Parsi
22 / 53
Carlo Calenda
25 / 53
Elly Schlein
26 / 53
Elly Schlein
27 / 53
Elly Schlein
28 / 53
Elly Schlein
29 / 53
Elly Schlein
30 / 53
Elly Schlein
31 / 53
Elly Schlein
32 / 53
Elly Schlein
34 / 53
Elly Schlein
35 / 53
Elly Schlein
36 / 53
Elly Schlein
37 / 53
Maurizio Landini
38 / 53
Pierpaolo Bombardieri
39 / 53
Lorenzo Guerini
40 / 53
Giuseppe Provenzano, Lorenzo Guerini
41 / 53
Giuseppe Provenzano, Lorenzo Guerini
42 / 53
Giuseppe Provenzano, Lorenzo Guerini
43 / 53
Federico Mollicone
44 / 53
Federico Mollicone
45 / 53
Federico Mollicone
46 / 53
Federico Mollicone
47 / 53
Federico Mollicone
48 / 53
Federico Mollicone
50 / 53
Federico Mollicone
51 / 53
Riccardo Magi
52 / 53
Riccardo Magi
53 / 53
Marino Sinibaldi

Fiaccolata in Campidoglio a Roma ieri sera per il dissidente morto in prigione in Russia, Alexei Navalny.

Carlo Calenda è stato il promotore dell’iniziativa che ha visto in piazza le delegazioni di tutti i partiti, anche la Lega che è stata contestata.  Presente la leader del Pd, Elly Schlein: “I democratici come noi non possono tollerare in nessun Paese la compressione dei diritti fondamentali e quindi è importante essere qui dopo l’uccisione politica di Navalny di cui c’è un solo responsabile: il regime russo di Putin”.

“Siamo in tantissimi qui in Piazza del Campidoglio per esprimere lo sdegno e la condanna per la morte di Navalny”, ha detto il sindaco Roberto Gualtieri. “Chiunque ami i valori della libertà e della democrazia non può accettare questa morte in silenzio”.

“Sono contento che tutte le forze politiche siano oggi qua – ha affermato il leader di Azione Calenda alla fine dell’evento –  non è una cosa comune per l’Italia. È segnale importante di solidarietà per chi muore per la libertà, lo sono i dissidenti russi e lo sono anche gli ucraini”,

(Foto: Umberto Pizzi-riproduzione riservata)

×

Iscriviti alla newsletter