Dal Muro di Berlino alla Muraglia cinese. Uno sguardo al 2020 con Massimo Teodori

Di Alessandro Fonti

Il professore di Storia americana e saggista: la Guerra Fredda è uno scontro che ha cambiato la politica occidentale, ma aveva delle regole. Trump ha rotto l’ordine internazionale, oggi manca una bussola

La postura nucleare cinese. Tre elementi importanti nel confronto con gli Usa

Di Lorenzo Termine

Un’opinione largamente condivisa dagli esperti descrive il deterrente nucleare cinese come “minimo”, “di auto-sufficienza”, “ridotto ma efficace”, “esistenziale”. Nonostante queste definizioni trovino una conferma empirica in gran parte della storia militare della Cina non costituiscono automaticamente una garanzia di stabilità strategica tra Stati Uniti e Repubblica Popolare Cinese. Alcune dinamiche, infatti, oggi potrebbero complicare la relazione nucleare tra i due Paesi oltre che spingere Pechino ad una modifica della propria postura

La Germania sospesa tra la fine della storia e la sfida europea

Di Lorenzo Mesini

Al di là delle celebrazioni ufficiali per la rimozione del muro di Berlino (evento che con il passare del tempo richiederà di essere storicizzato in maniera adeguata, al di là delle dispute ideologiche), è sull’evoluzione del rapporto tedesco con l’Europa che tali ricorrenze dovrebbero invitarci a riflettere, alla luce delle trasformazioni in corso. Cosa è cambiato e come a trent’anni dalla caduta del muro di Berlino e dopo la riunificazione del Paese

La Cina è un pericolo e Trump l'ha capito. Parla Dottori

Di Enrico Casini

L’ascesa della Cina non è più così benigna come si era creduto fino a qualche tempo fa. Trump teme anche la saldatura tra Repubblica Popolare ed Europa. In questo, è più avanti di buona parte della sua amministrazione e del Congresso. Conversazione con Germano Dottori, docente Luiss e consigliere scientifico di Limes

Vi racconto le sfide dell’intelligence nel terzo millennio. L'analisi di Alberto Pagani

Di Alberto Pagani

Quanto è cambiato, anche in Italia, il sistema di intelligence dal 1989 a oggi e quali sfide lo attendono. L’analisi di Alberto Pagani, membro della Commissione difesa della Camera

La Polonia in Ue tra passato e futuro. Tre domande per Varsavia

Di Teresa Coratella

Se la Polonia del 1989 incontrasse quella del 2019, cosa le chiederebbe? Tre gli argomenti principali: economia, partner strategici ed allargamento. L’analisi di Teresa Coratella del think tank European Council on Foreign Relations (Ecfr)

Come aumenteranno le capacità subacquee della Marina Militare

Di Matteo Bressan

Tra i programmi relativi alle capacità subacquee della Marina Militare assume particolare rilevanza lo sviluppo e l’acquisizione dei primi due sommergibili U212 NFS, già inseriti nel Documento programmatico pluriennale 2018-2020. Il commento di Matteo Bressan

Perché il Mediterraneo è il pivot geopolitico dell'Italia

Di Alessia Melcangi

Per avere una possibilità di successo nella comprensione e nella gestione delle dinamiche geopolitiche, economiche e socio-culturali in atto in tutto il bacino è fondamentale per l’Italia attivarsi nelle sedi internazionali e sovranazionali di cui fa parte (Ue e Nato in particolare). L’analisi di Alessia Melcangi (Università La Sapienza)

La Nato e la nuova centralità strategica del Mediterraneo

Di Matteo Gerlini

Dalla crisi dell’Unione Sovietica il Mediterraneo è stato oggetto di una ricollocazione strategica della Nato, nei fatti prima che nella dottrina, che ha portato l’aspetto della sicurezza a prevalere su quello della difesa classicamente inteso, e a fronteggiare minacce ibride