nativi digitali, Web Young Computer Millennials Generazione Z

Essere nativi digitali non basta. Il valore dell'educazione e dell'accesso alla tecnologia

Di Paolo Ferri

Il web, invece di essere un moltiplicatore di uguaglianza, diventa un moltiplicatore di diseguaglianza. Quello che manca, per fare sì che tutte le classi sociali possano trarre vantaggio dalla Rete, sono delle politiche di accesso, distribuzione e formazione

Generazione Z. Perché i giovanissimi sono un'incognita ancora da decifrare

Di Alessandro Rosina

C’è chi ha proposto di chiamarli iGeneration e chi digitarians per enfatizzare la simbiosi con la tecnologia. Di certo, sono la prima vera generazione 2.0

Fictiontainment. Come cambia la comunicazione

Di Mario Morcellini

“Intrattenimento” è la parola del mese della rubrica “Lo specchio” della rivista Formiche. Mario Morcellini, Commissario Agcom e consigliere alla comunicazione La Sapienza, ne analizza tutte le connotazioni nei lessici comunicativi della modernità

1968. Rivoluzione andata e ritorno

Il 1968 è stato il più grande contenitore ideologico mai esistito, da cui derivarono tante cose buone, altre terribili. La riflessione di Peppino Caldarola

fine

1968-2018, è solo la fine di un'epoca?

Di Achille Bonito Oliva

L’analisi di Achille Bonito Oliva, professore e critico d’arte