Il “bondage” che soffoca le economie emergenti