Novartis, Sanofi, Pfizer, Versalis e tante altre. Ecco il sud che non si ferma

L’industria agroalimentare ben presente nel Sud con grandi gruppi settentrionali, esteri, ma anche meridionali, sta lavorando a pieno regime, e così l’industria farmaceutica con i big player. L’analisi di Federico Pirro, docente di Storia dell’Industria e di Storia dell’Industria editoriale contemporanea all’Università di Bari

C'è un'Italia che lavora e resiste, ricordiamolo di più. Il commento del prof. Pirro

C’è bisogno sempre di più di notizie sull’Italia produttiva che produce, che continua ad esportare, che lotta per conservare i mercati acquisiti, e su tutti coloro che rendono possibile questo nuovo, splendido “miracolo italiano” in cui spiccano per primi i nostri magnifici medici, infermieri e operatori sanitari che lottano ogni giorno in tutti i nosocomi. Il commento di Federico Pirro, Università di Bari

Subito un programma epocale di lavori pubblici. L'analisi del prof. Pirro

Con la stessa velocità con cui il governo sta rispondendo giornalmente alla diffusione dei contagi del coronavirus, si potrebbe operare per definire e lanciare un programma “epocale” di lavori pubblici nel Paese. L’analisi di Pirro

Perché chiudere tutto non è una buona idea. Domande (e risposte) del prof. Pirro

Quesiti e altrettante possibili risposte da parte del professor Federico Pirro dell’Università di Bari su come poter affrontare l’emergenza coronavirus in tutto lo Stivale. Non tralasciando la tutela della salute, né l’informazione corretta e trasparente

L’Italia ha bisogno dell’acciaio di Taranto, ma la strada è lunga. Il commento del prof. Pirro

Bisogna dirlo con assoluta chiarezza, non è affatto scontato che a fine dicembre Arcelor rimanga azionista della società. Il commento di Federico Pirro, Università di Bari

Ha ragione Sapelli, basta profetizzare sciagure per la nostra economia. L'opinione di Pirro

Non è la peste nera del Trecento e nemmeno quella del Seicento. Fa ancora più morti una normale influenza stagionale. Ora seguiamo i dettami delle autorità, ma senza allarmismi

Il piano per il Sud può funzionare, ma a una condizione. Il commento del prof. Pirro

Senza un Sud che voglia essere protagonista con la piena esaltazione auto-propulsiva delle sue energie migliori, un Piano per il Mezzogiorno potrà concorrere ben poco alla crescita dell’Italia meridionale

ArcelorMittal, tutti i nodi (da sciogliere) dell’accordo. L'analisi del prof. Pirro

Rinviata l’udienza per il recesso. I punti di una possibile intesa non ancora definiti sono ancora molti. Ma siamo proprio sicuri che al nostro Paese convenga vendere l’Ilva ad un temibile concorrente? Il punto di Federico Pirro

I meridionali antimeridionalisti. Il dibattito sul Sud letto dal prof. Pirro

Due libri usciti in questi giorni del tutto indipendenti ma legati da un file rouge: il Mezzogiorno potrà legittimamente continuare a rivendicare un forte intervento dello Stato e dell’Unione Europea per la riduzione dei suoi divari solo se agirà in modo corale per raggiungere questo obiettivo. L’analisi del prof. Federico Pirro

Al Sud non c'è il deserto industriale. Le prove di Pirro

Duole rilevare che un’autorevole Fondazione come quella dedicata alla memoria di un grande statista italiano come Ugo La Malfa – continui a indulgere a luoghi comuni che, peraltro, sarebbe facile superare non solo visitando “fisicamente” regioni ritenute desertiche, ma anche leggendo le analisi che da anni vengono svolte da prestigiosi centri di ricerca. L’analisi di Federico Pirro, Università di Bari