Brexit may referendum regno unito

Il Regno Unito cresce dello zero virgola. Ma quel poco è tanto per la May

Almeno per il prossimo trimestre, i Remaniers dovranno trovare qualche altro argomento contro la Brexit che l’ormai inflazionata a affermazione che “l’Eurozona sta crescendo più velocemente del Regno Unito”

Boris Johnson

Johnson dice no al burqa. Bufera nel mondo Tory

Un paio di giorni fa Boris Johnson ha scritto un editoriale sul divieto di indossare burqa approvato in Danimarca. In men che non si dica sono scoppiate le polemiche

brexit

Il no deal sulla Brexit è all'orizzonte (e per gli esperti non è un problema)

La prospettiva del no deal si fa sempre più plausibile, resta da capire se May avrà il coraggio di fare il muso duro a Bruxelles

Michel Barnier

May va da Macron, mentre il negoziatore Ue per la Brexit lancia stoccate

Michel Barnier ha pensato di indirizzare al primo ministro inglese una missiva aperta e di farla pubblica su ben venti quotidiani europei.

populisti, jeremy corbyn

Nuove accuse di antisemitismo per Corbyn. Ed è guerra nel partito laburista

A tenere il leader britannico e il suo partito alle strette sono le accuse che piovono da indiscrezioni pubblicate dal Times

Gang islamiche in Uk, le novità sul caso Sarah Champion

La scorsa estate la donna, che militava nel partito di Corbyn, fu costretta alle dimissioni per volontà del suo stesso leader per un editoriale sul Sun. Da allora è stata costretta ad abbandonare la scena politica. In questi giorni poi Scotland Yard ha confermato che la Champion ha subito, negli ultimi mesi, numerose minacce di morte

Brexit may referendum regno unito

Nuovo referendum sulla Brexit? Conseguenze e rischi

Un nuovo voto potrebbe includere tre scelte: lasciare l’Ue, rimanere in un’Europa riformata o sostenere la ‘Brexit morbida’ proposta dalla May

Michel Barnier

La Ue respinge il piano Brexit di May. Il "no deal" si avvicina

Il capo negoziatore dell’Ue Michel Barnier, ha messo in discussione una serie di punti del “white paper” uccidendo, in breve, la proposta di May

donald

Donald & Theresa. La coppia non scoppia e anzi rilancia

Il primo ministro inglese e Trump hanno discusso tutti i punti più importanti dell’agenda politica mondiale: dal nucleare alla Corea del Nord, dall’Iran al terrorismo, fino alla sicurezza delle frontiere

Cremlino, brexit

La May va avanti e il fronte Brexit perde pezzi. Dopo Davis lascia anche Johnson

David Davis, ministro per la Brexit, si è dimesso dopo una trattativa serale nell’apparente tentativo di allontanare la May dalla “Brexit morbida”. Dominic Raab, riferisce il Guardian, sino ad oggi ministro per la Casa, ha preso il suo posto questa mattina