Fiorini, Ianaro, Morani, Rizzotti e Santanché a Palazzo Ferrajoli. Foto di Pizzi

Si è tenuta questa mattina nella cornice di Palazzo Ferrajoli, l’evento “Il valore della cura di sé nel percorso di terapia oncologica”, nell’ambito del quale la Onlus La forza e il sorriso ha raccontato la propria esperienza al fianco delle donne in trattamento oncologico e ne ha discusso con una tavola rotonda di deputate e senatrici vicine a numerose cause a favore della popolazione femminile.

Alessia Morani (Pd), Daniela Santanchè (FdI), Maria Rizzotti (FI), Benedetta Fiorini (Lega) e Angela Ianaro (M5S) hanno partecipato all’incontro assieme a Anna Segatti, presidente de La forza e il sorriso Onlus, e Renato Ancorotti, presidente di Cosmetica Italia, l’associazione nazionale delle imprese cosmetiche che patrocina il progetto fin dalla fondazione a cui sono stati affidati rispettivamente l’apertura e la chiusura dell’incontro.

“Di fronte a una sfida difficile come quella contro il cancro – ha raccontato Segatti – è molto comune andare incontro a sentimenti di sconforto, spesso anche a causa dei cambiamenti legati al proprio aspetto. Dare ascolto a queste emozioni e aiutare chi le vive a superarle, attraverso la cura della propria immagine, è l’impegno che Look Good Feel Better porta avanti dal 1989 negli Stati Uniti e che si è diffuso, negli anni, in 27 Paesi in tutto il mondo. Con La forza e il sorriso, abbiamo portato questa mission anche in Italia nel 2007 e da allora ogni anno centinaia di donne si rivolgono a noi per vivere un momento di spensieratezza”.

A riprova delle parole della presidente, i numeri dell’attività che, in 14 anni, è arrivata in 56 strutture su tutto il territorio nazionale, con oltre 4.000 laboratori organizzati e più di 18.000 donne partecipanti, grazie al supporto di 28 aziende cosmetiche e all’impegno di circa 500 volontari.

“Quella de La forza e il sorriso è un’attività che merita di essere raccontata con competenza e nei dettagli, proprio come è stato fatto oggi dagli eccellenti relatori intervenuti”, ha detto Renato Ancorotti. Perché? “Perché è una storia che parla di generosità e di spirito di volontariato e, allo stesso tempo, di professionalità e preparazione. Patrocinare e sostenere questo progetto è motivo di grande orgoglio e soddisfazione per la nostra Associazione e, collettivamente, per il nostro settore”.

Qui si può leggere l’articolo completo

Per Formiche.net era presente Umberto Pizzi. Ecco tutte le foto.

(c) Umberto Pizzi – Riproduzione riservata

Condividi tramite

Guarda le altre gallery fotografiche