Basta tagli e sprechi. Pierpaolo Sileri racconta le sfide della Sanità

Il messaggio del viceministro della Salute Pierpaolo Sileri durante il convegno “In Scienza e Coscienza: dal diritto alla salute al dovere della sostenibilità – Quali sfide per il Servizio sanitario nazionale?”, organizzato da Fondazione Roche e Formiche

Sanità, quale futuro per la ricerca? Parla l'oncologo de Braud

“La ricerca clinica rappresenta un’opportunità, soprattutto nel campo dell’oncologia e per quei pazienti che non hanno alternative terapeutiche. Ma spetta sempre al medico, in scienza e coscienza, decidere chi far rientrare in una determinata sperimentazione”. Conversazione con Filippo de Braud, professore di Oncologia medica presso l’Università di Milano e direttore del dipartimento di Oncologia medica ed ematologia della Fondazione IRCCS, Istituto nazionale tumori Milano

Vi spiego il corto circuito tra Stato e Regioni sulla sanità. Parla Ricciardi

Walter Ricciardi, neo presidente del Mission board on cancer della Commissione europea a Formiche.net: “Si tratta di un progetto e un investimento cospicui, che spero nei prossimi sette anni consentano all’Europa, e all’Italia all’interno dell’Europa, un grande balzo in avanti mai fatto prima”

Sanità. È possibile parlare di democrazia in medicina? Parla Maffettone

I costi in medicina sono potenzialmente infiniti. So che moralmente è antipatico, ma un ragionamento sulla sostenibilità della cura va fatto e talvolta siamo costretti a decidere chi curare e chi no. E anche a decidere di non curare quando i costi sono molto più alti dei benefici possibili. L’intervista a Sebastiano Maffettone, professore di Filosofia politica, direttore del Center for ethics and global politics e ideatore dell’Osservatorio Ethos presso la Luiss Business School

Sanità, più etica e meno sensazionalismo. Parla mons. Pegoraro

“Talvolta si corre il rischio di dare a chi già ha molto e togliere a chi ha poco o di favorire ciò che dà risultati migliori in termini di ritorno di immagine, trascurando così malati dove vi è una cronicità che non prevede guarigione ma che, a maggior ragione, avrebbe bisogno di migliore e maggiore assistenza”. Parla mons. Renzo Pegoraro, cancelliere della Pontificia accademia per la vita, esperto di bioetica e cure palliative

Il nuovo governo? Guardi alla sanità. L'intervista a Marco Trabucchi

La riflessione di Marco Trabucchi, docente di Neuropsicofarmacologia presso l’Università Tor Vergata di Roma e presidente dell’Associazione italiana di psicogeriatria

Come cambia il mondo della sanità? Parla Rosaria Iardino

La politica non solo deve tutelare il medico, ma deve tutelare tutti gli operatori sanitari. E fare lo sforzo di capire quali saranno le cure che serviranno da qui a 20 anni. Non è detto che servano 100mila medici – certo – ma bisogna senza dubbio pensare a come curare bene i pazienti e immaginare quale team servirà per gestire al meglio i cambiamenti della popolazione. L’opinione di Rosaria Iardino, presidente della Fondazione The Bridge

Speranza per la sanità. Cosa ci si aspetta dal nuovo ministro

Innovazione, ricerca, big data, revisione della logica dei silos, ma anche medicina di precisione, tagli agli sprechi e dialogo pubblico-privato. Queste le priorità per una sanità che può e deve migliorare. Partendo già da una buona base. La palla passa a Roberto Speranza, il nuovo ministro della Salute, quota LeU

Roche al fianco del coraggio. Ecco il vincitore del premio

“Il fatto che per la prima volta si parli di storie di bambini affetti da una malattia rara come l’emofilia credo sia una grande novità”. Le parole di Maurizio de Cicco, presidente e amministratore delegato di Roche Italia, in occasione della cerimonia di premiazione del Concorso letterario “Al fianco del coraggio”