Fazzolari legge il “Leader per forza” di Funiciello. Foto di Pizzi

“Abbiamo leader che hanno lasciato dei segni. Ci sarà tempo per ragionare sulla sua esperienza politica ma Berlusconi è un leader che verrà ricordato nella storia, ha evitato quello che sarebbe stato un grande paradosso, esattamente negli anni in cui il comunismo, sconfitto dalla storia, avrebbe trionfato in un grande paese occidentale”. Lo ha detto il sottosegretario per l’Attuazione del programma di governo, Giovanbattista Fazzolari, alla presentazione del libro dell’ex capo di gabinetto di Mario Draghi Antonio Funiciello, “Leader per forza. Storie di leadership che attraversano i deserti” che si è tenuta ieri a Roma.

“L’Urss crolla nel 1991, l’anno in cui il Pci si trasforma in Pds – ha ricordato Fazzolari -. Sarebbe stato un grande paradosso, non avvenuto per la bizzarria di Berlusconi di stravolgere la normalità”.

“Nelle fasi di passaggio abbiamo bisogno di leader che ci permettano di ‘attraversare i deserti’. Negli ultimi 20 anni abbiamo vissuto un momento di difficoltà nelle democrazie liberali, con leadership che hanno fatto più fatica a incidere sulle agende globali rispetto alle leadership delle autocrazie. Competere con gli autocrati nella velocità delle decisioni però non è facile, ma è quello che viene richiesto oggi alle leadership delle democrazie liberali”, ha detto Funiciello nel corso della presentazione.

Ecco chi c’era nelle foto di Pizzi.

(c) Umberto Pizzi – Riproduzione riservata

Condividi tramite

Guarda le altre gallery fotografiche