Quando Valery Gergiev cenava a Roma. Archivio Pizzi

Anni ’70, Roma. Umberto Pizzi pizzica alla Taverna Flavia una coppia composta da Donatella Missikof e Valery Gergiev .

La prima, filantropa e fondatrice della “Donatella Flick Conducting Competition”, una competizione per aiutare giovani conduttori e conduttrici di orchestra a intraprendere una carriera internazionale, figlia del principe George Missikoff di Ossezia e della madre Valeria. Il secondo, direttore d’orchestra russo, amico personale di Putin escluso negli scorsi giorni dalla Scala di Milano proprio per la sua scelta di non prendere posizione contro la guerra in Ucraina.

“Con il sovrintendente del teatro (Dominique Meyer, ndr) gli stiamo chiedendo di prendere una posizione precisa contro questa invasione e se non lo facesse saremmo costretti a rinunciare alla collaborazione”, aveva detto negli scorsi giorni Beppe Sala, sindaco di Milano. Nessuna risposta da parte del direttore d’orchestra.

Ma prima di tutto questo, c’era una sera a Roma alla Taverna Flavia, in cui Gergiev cenava con la principessa Missikof.

(c) Umberto Pizzi – Riproduzione riservata

Condividi tramite

Guarda le altre gallery fotografiche