Veltroni e Zingaretti ricordano Pio La Torre. Foto di Pizzi

“Pio La Torre non ha segnato solo la lotta alla mafia, ma anche il modo di fare politica. Non ho avuto la fortuna conoscerlo, ho iniziato a fare politica proprio nel 1982, ma appartengo indubbiamente a quella generazione che ha iniziato la propria militanza grazie all’esempio e alla forza di persone come lui e al messaggio che con la loro vita hanno dato a tutti”. Lo ha detto il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, intervenuto ieri pomeriggio all’incontro “Il racconto di un uomo tenace e appassionato: Pio La Torre – 40esimo anniversario”, organizzato all’Acquario Romano alla presenza, tra gli altri, dell’attrice Pamela Villoresi, di Franco La Torre, figlio di Pio La Torre, di Gianpiero Cioffredi, presidente dell’Osservatorio Sicurezza e Legalità della Regione Lazio, dell’assessore al Patrimonio di Roma Capitale, Tobia Zevi, di Walter Veltroni, di Giancarlo De Cataldo e di Tommaso Vittorini.

In particolare, ha sottolineato Zingaretti, “l’importanza dell’impegno di Pio La Torre è evidente su due temi che sono diventati identitari: l’impegno per la pace e la lotta contro le mafie, non delegando più solo alle procure e alle forze ordine l’impegno in questa battaglia”.

Ecco le foto di Umberto Pizzi.

(c) Umberto Pizzi – Riproduzione riservata

Condividi tramite

Guarda le altre gallery fotografiche