Dopo Hong Kong e Il Cairo, Baghdad. Chi protesta e chi muove i fili

Almeno cento morti e mille feriti nella capitale ed in altre città. I manifestanti, per lo più giovani, protestano contro corruzione, disoccupazione e servizi pubblici scadenti

Wargame russi a Hormuz. Come si allarga il dossier Iran

Il dossier iraniano si allarga a vari fronti, dalle negoziazioni al tavolo del Jcpoa alle petroliere del Golfo, fino alle operazioni clandestine tra i vari attori che lo circondano

Non è passata la linea anti-Iran dell'Arabia Saudita

Negli incontri con altri Paesi dell’area, la linea di condanna ha incontrato un bel po’ di distinguo: Oman, Qatar, Iraq e anche quelli più lievi di Turchia, Pakistan, Algeria e Marocco

iran

L'Iraq si propone come mediatore tra Stati Uniti e Iran

La dichiarazione del ministro degli Esteri Mohammed al-Hakim durante una conferenza congiunta con il suo omologo iraniano, Javad Zarif, in visita a Baghdad

califfo, siria

Siria, è iniziata la battaglia finale contro il Califfo

Offensiva finale contro il Califfato. Le Sdf stanno per entrare a Baghuz, l’ultimo villaggio rimasto in mano a Baghdadi sul confine tra Siria e Iraq

cecenia gazprom

Tutte le mire oil&gas di Gazprom in Iraq

Mosca è impegnata in progetti in loco a Badra e West Qurna-2 ma adesso punta a raddoppiare l’esplorazione geologica nella parte meridionale del Paese che è quarto produttore mondiale (e anche nella regione autonoma curda). Il ruolo del gas e dell’Inoc

Trump in Iraq, le tre ragioni dietro la visita del presidente Usa

Trump cerca l’appoggio dei militari in mezzo alle polemiche sulla sua strategia e vola in Iraq a far visita al contingente Usa. Ecco le tre ragioni dietro la scelta del Commander in Chief

Erdogan

La solitudine di Recep Tayyip Erdogan

Di Soner Cagaptay

Il premier turco dovrà necessariamente rivedere la linea estera che ha perseguito nell’ultima decade. Ha lasciato il Paese incastrato nel pantano siriano, isolato in Medio Oriente ed esposto a molte minacce. La riflessione di Soner Cagaptay, Senior fellow e direttore del Programma Turchia al Washington institute for near east policy

Iraq

Proseguono le proteste in Iraq. La leadership del Presidente al-Abadi è in pericolo?

A tre mesi dalle elezioni, si fanno sempre più esigue le speranze per al-Abadi di essere riconfermato alla guida del Paese. Non solo i manifestanti, ma anche politici e religiosi locali hanno iniziato a usarlo come capro espiatorio per i mali iracheni. Gli Usa, grandi sostenitori del presidente uscente, guardano preoccupati. Il rischio è che il Paese scivoli nelle mani di Teheran

La lotta (al terrorismo) continua. Ecco l’operazione Roundup degli Usa

Gli americani stanno accelerando le operazioni militari in Siria ed Iraq per eliminare ciò che resta del movimento guidato da Abu Bakr al-Baghdadi