Crediti deteriorati e guerra. Le piccole banche tolgono il sonno a Bankitalia e Bce

Guerra & banche. Gli istituti russi finiti nel mirino delle sanzioni

Limitare l’uso del dollaro da parte della Russia attraverso le sue maggiori banche, come Sberbank e VTB Bank, entrambe di proprietà statale

Energia. Così gli Usa raddoppiano a Cipro (e flirtano con Atene)

Non solo Noble Energy ed Exxon attive per lo sfruttamento del gas nella Zee: si punta a un nuovo tavolo per la riunificazione e alla sponda militare ellenica

Che cosa stanno facendo le banche per diventare cyber sicure. I numeri dell'Abi

Gestione e mitigazione del rischio informatico, sicurezza dei pagamenti online, sensibilizzazione della clientela e del personale bancario sono alcune delle priorità in termini di investimento. C’è, però, ancora molta strada da fare. E, per questo, l’intelligence italiana avvierà una campagna di sensibilizzazione nei confronti del mondo economico-finanziario sul tema della cyber security

Cyber security, infrastrutture, data governance. Le priorità Ict secondo l'Abi

Potenziamento dei canali digitali e dei servizi di mobile banking, adeguamento delle infrastrutture, iniziative di data governance e gestione e mitigazione del rischio cyber. Sono queste alcune delle priorità nei programmi d’investimento in tecnologia delle banche italiane, secondo la 14esima edizione del rapporto sulle tendenze del mercato Ict per il settore bancario realizzato da Abi Lab, il centro di ricerca e innovazione promosso da Palazzo Altieri. Numeri e scenari

banche

Popolari, il sistema è solido. I numeri del 2018

È necessario riprendere a finanziare l’economia reale e i consumi delle famiglie. Quello che fanno le popolari, più che mai punto di riferimento per le imprese, soprattutto quelle piccole e medie, e per le famiglie. L’intervento di Giuseppe De Lucia Lumeno, segretario generale Associazione Nazionale fra le Banche popolari

Debito e banche, ecco le due (vere) partite di Salvini e Di Maio

L’ultima asta ci dice che l’esposizione italiana (2.300 miliardi) è ancora sostenibile e tutto sommato appetibile. Ma c’è il rovescio della medaglia: le banche pagano lo scotto dello spread vanificando gli sforzi per pulire i bilanci dalle sofferenze. Ma al governo, per ora, interessa poco

Le banche italiane non stanno poi così male. Per ora

Intesa, Unicredit, Ubi e Banco-Bpm passano l’esame dell’Eba. Ma lo stress test europeo parte da bilanci fotografati a inizio 2018. Quando lo spread era ancora basso

Banche e Colle, asse nel nome del risparmio. E contro il debito

Dalla Giornata del risparmio arriva un messaggio chiaro a poche ore dal secondo richiamo europeo sui nostri conti. Il governo faccia quello che vuole ma guai a trascinare nella lotta con l’Europa i risparmi degli italiani