Skip to main content

Ecco come i Popolari non saranno stritolati da Renzi e Grillo. Parla Mario Giro

Un percorso territoriale legato al mondo dell'associazionismo prima che di posizionamento squisitamente politico. Definisce così il nuovo corso dei Popolari per l'Italia il sottosegretario agli Esteri Mario Giro, che tra traccia con Formiche.net il perimetro di azione della formazione nata anche su impulso del ministro della difesa Mario Mauro, toccando i punti sensibili di presenti e future alleanze. Qual è il…

Dove vanno i Popolari per l'Italia? Strategie, alleanze e veti

Quale sarà la bussola dei Popolari per l'Italia? Il movimento nato ieri attorno alla figura del ministro della Difesa, Mario Mauro, analizzata e commentata dai diretti protagonisti. E, sullo sfondo, il passo successivo alle presentazioni e agli annunci: ovvero le strategie in vista delle elezioni europee, la possibilità di una lista comune con alfaniani ed ex montiani, il rapporto basilare con…

Con Alfano, Mauro e Casini per una bella lista Popolare. L'appello di Gargani

“Il bipolarismo in Italia non esiste”, dice a Formiche.net l'eurodeputato Giuseppe Gargani, che si inserisce nel dibattito avviato da queste colonne sugli scenari che si aprono dopo il dialogo “maggioritario” tra Matteo Renzi e Berlusconi. Il capodelegazione italiana al Parlamento europeo del Ppe auspica una lista comune, in occasione delle prossime elezioni di maggio, tra Udc, ex montiani, alfaniani e…

Popolari di tutta Italia, uniamoci!

Prova di patto federativo per l'unità dei movimenti e partiti che si riconoscono nella comune ispirazione cristiana e popolare. Gianni Fontana, presidente dell'associazione "Democrazia Cristiana" ha invitato Mercoledì prossimo a un incontro, preparatorio dell'assemblea per il patto federativo che si terrà a Roma il 18 e 19 gennaio, alcuni esponenti dei partiti di area popolare: Angelino Alfano, Mario Mauro, Maurizio…

Ecco quando e come nasceranno i Popolari italiani

La data c'è già, cerchiata in rosso anche se in molti avrebbero preferito il bianco della balena. Ma il 23 novembre non andrà in scena solo la convention di quella che potrebbe essere la nuova proposta popolare italiana, bensì sarà un vero e proprio spartiacque che dovrebbe aprire le porte alla Terza Repubblica, dove a scontrarsi (politicamente) saranno da un…

Come sta nascendo il Centro popolare

Si rompe il Pdl e nasce il Centro popolare? Il sincronismo delle prossime 48 ore, pur non voluto nelle intenzioni, è un elemento cronologico preciso e sul tavolo della contingenza politica italiana. Perché se da un lato il Consiglio Nazionale dei berlusconiani domani potrebbe sancire ufficialmente la separazione politica e partitica tra lealisti in Forza Italia e alfaniani (apolidi ma…

Monti rientra ma i montiani lasciano

Il professore rientra e i montiani lasciano. L’ennesima giornata schizofrenica in Scelta civica porta in dote il passo indietro e poi in avanti di Mario Monti e le dimissioni di Gianluca Susta da capogruppo al Senato. Riunioni, vertici e documenti pro Monti dopo gli scatti pro popolari non appianano le divergenze. Nell’occhio del ciclone ancora una volta il ministro della…

Scissione civica fra Monti e Mauro: "Tu Solone", "e tu destabilizzatore"

A dispetto del nome della sala (De Gasperi) dove si è svolta la riunione del gruppo di Scelta civica alla Camera, il tenore degli epiteti che si sono scambiati i protagonisti dicono molto più di analisi e commenti. Una fase all’interno del partito voluto dall’ex premier Mario Monti si è chiusa e i destini dei due gruppi ormai costituitisi sono…

I perché dell'addio di Monti spiegati da Mister Empy

Un passo indietro per favorire l'unità. O, nei fatti, per lasciare ad altri il cerino in mano? Le parole vergate per motivare le dimissioni da Presidente di Scelta Civica da parte di Mario Monti vanno interpretate soprattutto alla luce di due passaggi salienti. Solo oggi la lettera scritta dal senatore a vita lo scorso 17 ottobre è stata resa pubblica.…

Ecco come sta nascendo la nuova casa dei Popolari euro-italiani

Due sono le coordinate immesse, in verità non da ieri, in una sorta di calcolatore che dovrà indicare la direzione di marcia alla politica italiana 2.0: popolarismo e bipolarismo. Ovvero lavorare per offrire nuovamente agli elettori due blocchi contrapposti ma non in guerra permanente: uno che parli alla sponda socialista e progressista dello stivale e che in questi mesi si…

×

Iscriviti alla newsletter